Vuole fare una prova gratuita?

Coccinella Ecosan: un nuovo concetto di igiene Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OZONO Ecosan per stanze di Albergo

La soluzione più diffusa per eliminare batteri e odori.
impianti d'ozono per piscine

Search Our Site

Impianti di Ozono per piscine pubbliche, private e alberghi

Dal 1984 tutte le piscine di nuoto selezionate per i giochi olimpici, sono purificate con ozono e oggi circa 2000 piscine europee (sia natatorie che termali) sono trattate con ozono, che è considerato uno dei più efficaci disinfettanti per la depurazione dell’acqua.

Grazie al suo elevato potere di ossidazione, infatti, distrugge in modo rapido e definitivo batteri, virus e alghe garantendo una sicurezza microbiologica sia nelle applicazioni piscina che nelle acque in generale.

Le misure di disinfezione negli ambienti pubblici sono di fondamentale importanza dato l’elevato numero di persone a stretto contatto per lungo tempo, situazione che potenzialmente facilita il diffondersi delle malattie.

Nelle piscine, in particolare, viene in genere effettuata una disinfezione chimica, che impiega l’ipoclorito di sodio e il biossido di cloro. La loro azione sterilizzante agisce soprattutto sulla superficie delle cellule batteriche ed è scarsamente attiva su virus, muffe e spore.

Inoltre, alcuni microorganismi hanno da tempo sviluppato una resistenza ad alcune sostanze disinfettanti, pregiudicando così l’effetto battericida.

L’ozono inibisce la trasmissione di infezioni batteriche e virale.

La legionella, ad esempio, è uno degli agenti eziologici di polmonite batterica principalmente associata alla presenza di acqua; può colonizzare le reti idriche che agiscono da amplificatori e disseminatori del microrganismo.

 

All'interno degli impianti idrici la legionella può trovarsi sia in forma libera che ancorata al biofilm, cioè ad una pellicola di microrganismi immersi in una matrice organica, che fornisce sostentamento e riparo al batterio.

La disinfezione delle piscine è di fondamentale importanza se si considera che ogni bagnante disperde circa 400 milioni di batteri, ma anche 0,5 grammi di materiali organici sotto forma di piccole particelle di pelle, di grasso, di sudore, di saliva e di urina.

Tre infatti sono le sostanze inquinanti delle piscine: microorganismi, sostanze inquinanti non dissolte (urina, sudore, fluidi oculari saliva) e sostanze inquinanti dissolte.

La disinfezione chimica, al contrario, è altamente corrosiva e non è pienamente efficace; inoltre i costi di funzionamento sono piuttosto elevati.

Per tutti questi motivi, i tradizionali metodi di disinfezione con il cloro vengono sostituiti sempre più dall'ozono, che, al contrario, non ha mai mostrato alcun aspetto negativo e si è rivelato molto più efficace del cloro, in quanto:

•      L'acqua per piscine sterilizzata con ozono é cristallina e non giallognola come quella trattata con cloro, é assolutamente insapore e non contiene sostanze di odore sgradevole;

•      Dopo l'azione di depurazione dell'acqua, l'ozono si trasforma di nuovo in ossigeno, senza disperdere sostanze inquinanti e risultando così assolutamente ecologico. In questo modo si riduce notevolmente il lavoro di manutenzione della vasca e si riducono i costi a lungo termine;

•      Mentre il cloro tende ad invecchiare l'acqua, rendendo così necessaria l'aggiunta periodica di acqua "fresca", l'ozono previene ogni tipo di spreco perché è in grado di migliorare le caratteristiche dell'acqua che si ossigena dopo ogni trattamento;

•      L'utilizzo di ozono impedisce la formazione di sottoprodotti contenenti cloro e bromo, come le clorammine ed i trialo metani. Ciò riduce i problemi di irritazione di occhi e mucose, oltre che i

•      Problemi di respirazione. 

I vantaggi che derivano dall'utilizzo di ozono sono anche di tipo economico: i costi sono inferiori rispetto a quelli dei prodotti chimici e la sanificazione non necessita di personale ma viene svolta in modo automatico.

 

 

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l’utente ne accetta l’utilzzo. LEGGI la PRIVACY POLICY.

  Dichiaro di aver letto e